Normativa cookies

Schermata 2015-11-16 alle 16.41.50

BRUXISMO E BITE

E’ una parafunzione che consiste nel digrignare e/o serrare i denti.  

Può essere diurno o notturno.

Il bruxismo è considerato uno dei fattori principali alla base dei disordini Temporo-mandibolari e dei conseguenti disturbi masticatori.

La teoria prevalente dell’insorgenza del Bruxismo è quella che attribuisce al Sistema Nervoso Centrale la causa e più specificatamente la sede nei Nuclei motori del Trigemino. Il bruxismo ha anche un’eziologia multifattoriale e le diverse cause possono essere responsabili singolarmente o in concorso tra loro. Possiamo, così, individuare i seguenti fattori predisponenti:

1. Ansia e depressione.
2. Malocclusione.
3. Disturbi del sonno.
4. Ipertensione e disturbi del ritmo cardiaco.
5. Predisposizione genetica.
6. Assunzione di farmaci.

Si è osservata una maggiore incidenza in soggetti molto stressati, in fumatori, bevitori di alcool e caffè, soggetti con apnee notturne. Non c’è correlazione diretta tra precontatti occlusali o malocclusioni e bruxismo. Eventuali interventi sui denti vanno, quindi,  valutati con cautela.

Il Bruxismo causa usura e/o fratture smalto-dentinali, comparsa di sensibilità dentinale, aggravamento di patologie parodontali preesistenti, dolore faciale.

La Terapia del bruxismo:

1. Bite.
2. Terapia farmacologica antalgica e miorilassante.
3. Manovre di  Stretching del cavo orale. 
4. Impiegodi apparecchi elettromiografici che agiscono con meccanismo di biofeedback quali ad esempio il Grindcare.
Schermata 2015-11-16 alle 16.41.50

Author Info

admin